ARTICOLI

Ecco perchè costruire in acciaio è più veloce e flessibile

Costruzione a secco

Ecco perchè costruire in acciaio è più veloce e flessibile

8 nov, 2019

L’edilizia è un comparto molto rilevante dell’economia di un Paese. L’Italia non fa eccezione in questo senso.

Inoltre, le sfide, poste dalle norme sulla sostenibilità e l’efficienza energetica degli edifici, hanno arricchito il ventaglio di soluzioni tecnologiche a cui ogni progettista può accedere.

 

Diverse soluzioni costruttive

La tecnica costruttiva a secco, realizzata con strutture in acciaio, costituisce una valida alternativa ad altri metodi costruttivi. 

Va tenuta in considerazione perché risolve molti aspetti critici del costruire moderno. Il fattore tempo è strettamente connesso a quello dei costi e investe in senso più ampio anche la strategia progettuale di un edificio.

Le costruzioni in acciaio, a differenza di quelle in laterocemento, non necessitano di getti in opera, se si escludono le fondazioni, che beneficiano però di una massa notevolmente ridotta nel caso della struttura in acciaio, portando a un abbattimento dei costi importante sia di scavo che di getto.

I componenti delle costruzioni a secco sono prefabbricati e realizzati secondo il metodo industriale. Al cantiere viene lasciata la parte di assemblaggio, con una riduzione dei tempi di costruzione perché, a differenza di sistemi costruttivi con leganti a base d’acqua, non è necessario il periodo di asciugatura e maturazione.

 

Montaggio veloce

L’edificio costruito in acciaio sfrutta i vantaggi delle strutture prefabbricate. In effetti, uno dei più evidenti benefici della scelta del metodo costruttivo a secco è rappresentato proprio dalla riduzione dei tempi di costruzione.

I componenti strutturali in acciaio, frutto di una accurata progettazione, vengono realizzati con processo industriale e arrivano al cantiere già dimensionati, certificati e  pronti per essere montati.

La fase di assemblaggio può avvenire rapidamente, senza che le condizioni meteorologiche condizionino il lavoro, con l’uso di manodopera professionale. Nel caso di sistemi che usano profilati formati a freddo, si ha contemporaneamente una riduzione delle attrezzature necessarie, grazie alla leggerezza dei componenti. Le operazioni di cantiere sono ridotte drasticamente e i tempi morti annullati. Tutto questo ha un impatto positivo anche sul contesto urbano in cui i lavori avvengono.

Anche se la fase progettuale può essere più lunga per le strutture in acciaio, proprio per la necessità di mettere a punto preventivamente ogni dettaglio costruttivo, una volta che il materiale arriva in cantiere, la posa in opera avviene con uno schema tipo meccano.

I tempi di montaggio sono contenuti e vengono eliminati anche i tempi di asciugatura rispetto ai metodi costruttivi a umido, considerati tradizionali.

 

Flessibilità delle costruzioni in acciaio

Tra i requisiti più apprezzati dal mercato, anche nel mondo delle costruzioni, è la flessibilità.

L’acciaio è di per sé un materiale versatile, che si adatta alla libertà espressiva del progettista. La leggerezza e il minimo ingombro delle strutture in acciaio lasciano ampio spazio al design dell’edificio.

Grazie alla sua flessibilità di utilizzo, l’acciaio si presta a realizzare anche forme architettoniche ricercate, conservando la possibilità di personalizzare ogni progetto. 

Si sposa anche ad altri materiali costruttivi come legno, vetro, alluminio per caratterizzare l’estetica e la funzionalità degli edifici.

Inoltre, lo stesso sistema costruttivo a secco è caratterizzato da ampia flessibilità.  In ogni progetto, ciascun elemento viene dimensionato secondo le reali necessità. La stratificazione consente di tarare le prestazioni termiche, acustiche, antincendio di un edificio, in base ai requisiti da soddisfare.

La modularità del sistema costruttivo a secco consente di riconfigurare gli spazi con semplicità e velocità. Spostare divisori e pareti permette cambi d’uso, modifiche architettoniche, ristrutturazioni e ampliamenti, senza la necessità di stravolgere drasticamente la struttura.

Creare nuovi layout interni, per rispondere a modificate esigenze di utilizzo, nel caso di strutture in acciaio, è possibile con costi ridotti. 

Qualora l’edificio debba essere dismesso, ancora una volta, le costruzioni in acciaio dimostrano la loro flessibilità.

Essendo frutto di un montaggio a secco, ciascun componente può essere smontato, recuperato e riutilizzato. Nel caso si proceda al riciclo, l’acciaio può essere riutilizzato potenzialmente all’infinito, senza perdere le proprietà di partenza.

 

Per diffondere sempre di più l’utilizzo dell’acciaio anche nell’edilizia privata, il cambiamento deve essere proposto dai professionisti proprio a partire dalle opere minori, perché “l'Architettura comincia dove due pietre vengono sovrapposte accuratamente" (L. M. Van Der Rohe).

Scritto da

Alessandra Bellutti - Marketing and Technical Manager - Manni Green Tech srl
Alessandra Bellutti - Marketing and Technical Manager - Manni Green Tech srl

Alessandra Bellutti, laureata in Architettura e Produzione Edilizia presso il Politecnico di Milano, si è specializzata in Project Management per l’azienda Manni Energy, gestendo cantieri ed operations on site in Italia e Regno Unito e maturando un’esperienza pluriennale nel mondo dell’efficienza energetica e degli impianti da fonte rinnovabile. Da alcuni mesi è approdata alla start-up Manni Green Tech come Marketing & Technical Manager per unire le esperienze maturate on site con la tecnologia dell’edilizia prefabbricata, occupandosi di sviluppo prodotto.

Vai alla scheda dell'autore

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi dati per restare aggiornato sui prodotti, i servizi e le attività di Isopan